Atresia Coane.

Il problema è di tipo embriologico, nella formazione della fossa nasale a livello della 4-6 settimana con la discesa dei processi globulari e risalita dei processi palatini del mascellare, si ha la successiva formazione degli osti nasali anteriormente e delle coane posteriormente. Questo è quello che dovrebbe succedere normalmente, nel caso dell'atresia coanale manca la foratura del complesso osteo-cartilagineo (90% dei casi)  dato dalla fusione dei processi palatini e dei processi globulari o la formazione di una membrana mucosale (10% dei casi).

È una situazione molto spesso neonatale, di estrema urgenza.

Di solito se ne accorge il neonatologo o l'ostetrica che aspirando le secrezioni dal naso, nota l'ostruzione. Quindi interviene l'otorino, che usando un fibroscopio, osserva una zona dura e di colorito biancastro. (di solito osteo-cartilaginea)

 L'ostruzione nasale può essere o monolaterale o bilaterale. Le cause neonatologiche possono essere malformazioni congenite, teratomi o iperplasia adenoidea, l'evento atresiale può essere presente anche nell'adulto dovuto ad esempio a riniti o eventualmente ad una atresia monolaterale congenita che non è stata mai trattata; nel neonato ha per ragioni ovvie elevata gravità.

Un altro metodo per la diagnosi è l'utilizzo di una fiala colorata (vitamine) che messe nel naso, se l'anatomia fosse stata normale  vedremmo cadere il contenuto colorato sulla lingua (parte posteriore). Per avere certezza di atresia bisogna  fare comunque una TC.

Terapia per il trattamento dell'atresia coanale è chirurgica: trans palatina, trans settale o trans nasale; quest'ultima più semplice ma più rischiosa.

Procedura nella trans nasale:

Si inserisce  uno specchietto (tipo quello del dentista) in bocca del paziente facendo in modo di farlo coincidere con l'uscita posteriore delle coane.

Si inserisce  nelle narici una sgorbia (sembra uno scalpello) così da bucare la parete ossea della coana, si  mette  lo specchietto in bocca del paziente, perché così facendo una volta bucata la coana (usando ovviamente estrema delicatezza, posso danneggiare il rinofaringe) si sentirà  il battere della sgorbia sul vetro e di conseguenza sono sicuro di aver bucato.

Dopo il buco, si mette un tutore (tubo cavo) che tunnellizza la zona, facilita la respirazione e la pulitura delle secrezioni per circa 4-6 mesi.

Mostra in seguito un'atresia coanale monolaterale in una donna adulta che presentava la mancanza di un seno mascellare, ne approfitta per citare la teoria di formazione dei seni mascellari, dovuta  alla spinta dell'aria  proveniente dall'ostio di comunicazione col naso, che crea questa fessura  a livello osseo; la formazione sarà intorno ai 6-7 anni.