Infiammazione

È una normale risposta protettiva a un danno tissutale causano da un trauma fisico. Il processo infiammatorio è innescato dal rilascio di mediatori chimici, gli EICOSANOIDI, dai tessuti. La sintesi parte dall’acido arachidonico che è presente come componente dei fosfolipidi di membrana ed è liberato dalla FOSFOLIPASI A2. Esistono due vie che portano alla sintesi degli eicosanoidi:

1.VIA DELLA LIPOSSIGENASI. La lipossigenasi agendo sull’acido arachidonico danno origine ai leucotrieni.

2.VIA DELLA CICLOSSIGENASI. Le prostaglandine, i trombossani e le prostacicline sono sintetizzati dalla ciclossigenasi o COX. Esistono due isoforme: la COX1 regola i normali processi cellulari, la citoprotezione gastrica e l’aggregazione piastrinica e si trova nelle cellule endoteliali e nelle piastrine e in particolare nei vasi, nello stomaco e nel rene; la COX2 espressa nel rene è costitutiva nel cervello, ossa aumenta nei processi flogistici infatti si attiva nei leucociti. È assente nelle cellule sane, non è presente nelle cellule gastrointestinali e nelle piastrine. La COX3 è una variante della COX1 e si trova soprattutto nel SNC. Le prostaglandine più importanti sono PGE2, PGD2, PGF2alfa, PGI2 (nelle cellule endoteliali. È un potente vasodilatatore, inibisce l’aggregazione piastrinica, aumenta la permeabilità vasale) e poi troviamo il TXA2 (nelle piastrine. È un potente vasocostrittore, promuove l’aggregazione piastrinica).

Stranamente il nostro organismo produce entrambi per mantenere un certo equilibrio.

Caratteristiche dell’infiammazione:

· Si ha produzione di citochine, prodotte da linfociti, o da cellule endoteliali o epiteliali, a partire dalle prostaglandine. Le citochine consentono a loro volta la produzione di fattori di crescita, interleuchine,chemochine, interferoni, citochine pro-infiammatorie. Tali sostanze danno origine all’infiammazione, al dolore (le fibre C stimolate dalle PGI rilasciano la sostanza P), alla febbre e avranno azioni sia respiratorie che gastointestinali.

FANS (FARMACI ANTIINFIAMMATORI NON STEROIDEI)

I FANS sono tossici per il cuore,, reni e stomaco (a questo proposito esistono delle formulazioni gastro-protette) ma anche per il fegato e per il duodeno.

INIBITORI DI COX1 questi danno tutti sanguinamento!!!

Agiscono sulla febbre, sul dolore, sull’infiammazione e sull’aggregazione.

Inibiscono la cicloossigensi in modo da ridurre la produzione di prostaglandine. Hanno:

1.un rapido assorbimento

2.Elevatissimo legame con le proteine plasmatiche come albumina (che lega farmaci acidi), lipoproteine e α-globuline. I FANS si legano alle proteine plasmatiche per il 97-99%. L’albumina ha 5 siti di legame per il warfarin, la digitale, il tamoxifene, bilirubina e benzodiazepine

3.sono metabolizzati dal fegato da due citocromi, CYP2C9 e CYP2C19. Il CELECOXIB inibisce tali citocromi.

4.eliminati dal rene (infatti nel paziente nefropatico non vanno somministrati). L’emivita è variabile

5.si somministrano per il trattamento sintomatico. Quelli a maggiore emivita sono più tossici.

Tra questi ricordiamo: