Ischemie Cerebrali

La diagnosi delle ischemie cerebrali prevede la classificazione in base al circolo interessato. Le sindromi complete del circolo anteriore, le sindromi del circolo posteriore e le sindromi lacunari.

-          Le sindromi complete del circolo anteriore o quelle parziali del circolo anteriore sono quelle che riguardano l’arteria silviana e la cerebrale anteriore,

-          le sindromi parziali del circolo anteriore coinvolgono le arterie che si distaccano da uno delle due silviane o cerebrale anteriore,

-          le sindromi del circolo posteriore sono quelle che riguardano l’arteria basilare

-          le sindromi lacunari che possono essere l’ictus motorio puro, senza difetto cognitivo, come una paresi facio-brachiale; o ictus sensitivo puro: ipoestesia faciobrachiale, brachiodurale, facio-brachio-durale; o ancora ictus sensitivo motorio (paresi facio-brachio-durale e ipoestesia facio-brachio-durale); poi c’è la sindrome della mano goffa, la disartria, l’atassia con disturbi del linguaggio.

Per quanto riguarda la prognosi, le sindromi del circolo posteriore sono gravate da una mortalità che non è poi molto diversa dalle lesioni parziali del circolo anteriore, mentre le più gravi sono le sindromi totali del circolo anteriore, per esempio l’occlusione si un’arteria silviana all’origine è una delle condizioni più gravi che ci siano.

Vediamo i danni tissutali e la sintomatologia clinica che si accompagna alle varie sindromi occlusive arteriose: