Amminoacidi

Che cos’è un amminoacido

Un amminoacido è l’unità strutturale di una proteina nello specifico è un acido organico composto di un gruppo ammino (-NH2), gruppo carbossile (-COOH), un atomo di idrogeno (-H) e un gruppo distintivo o radicale (-R) attaccato ad un atomo di carbonio centrale (denominato carbonio alfa “perché è adiacente al gruppo carbossilico).

amminoacidi

In un mezzo acquoso di pH neutro, i singoli amminoacidi esistono prevalentemente e come zwitterioni o dipoli, dell’amminoacido quasi sempre da intendersi un acido organico recante il gruppo amminico sul carbonio 2 (α) della catena idrocarburica, e meno frequentemente in carbonio 3 (ß).

Il fatto che il carbonio è circondata da quattro gruppi differenti conferisce attività ottica per ogni amminoacido, che poi può esistere in due forme speculari distinte (isomeri): forma levogira (L) e la forma destrogira (D). Gli amminoacidi naturali sono tutti levorotatori. Sono noti 20 diversi radicali (-R), sia alifatici che aromatici, che danno origine ai noti 20 aminoacidi naturali.

Come sono rappresentati gli amminoacidi?

Questi aminoacidi sono rappresentati da un simbolo universale di una o tre lettere, e cioè: alanina (A, Ala), arginina (R, Arg), asparagina (N, Asn), acido aspartico (D, Asp), cisteina (C, Cys), glutammina (Q, Gln), acido glutammico (e, Glu), glicina (G, Gly), istidina (H, His), isoleucina (I, Ile), leucina (L, Leu), lisina ( K, Lys), metionina (M, Met), fenilalanina (F, Phe), prolina (P, Pro), serina (S, Ser), treonina (T, Thr), triptofano (W, Trp), tirosina (Y , Tyr) e valina (V, Val).

Più recentemente se ne sono aggiunti altri due: il 21° amminoacido fu la selenocisteina (SEC), il 22°, chiamato pirrolisina (negli archeobatteri). Alcuni autori ammettono anche un 23° amminoacido proteinogenico, la N-formilmetionina, (derivato della metionina), che inizia la sintesi proteica di alcuni batteri. Il numero totale di amminoacidi ad oggi è 23.

Potrebbero interessarti anche...