Quando si utilizzano le lenti monofocali?

I deficit visivi sono molto comuni, in particolare la miopia e l’astigmatismo colpiscono un numero elevato di persone ogni anno, adulti e bambini.

Gli occhiali monofocali si utilizzano per correggere i semplici deficit visivi quando si trovano ad uno stato iniziale, tra cui l’ipermetropia, sono adatti anche a bambini e possono essere utilizzate quotidianamente. Rappresentano, dunque, una soluzione ideale per ritrovare in poco tempo il proprio comfort visivo e permettono un veloce adattamento degli occhi.

Disponibili in commercio da tanti anni, sono stati sviluppati seguendo i cambiamenti di design e l’adattamento estetico.
Oggi, a differenza del passato, utilizziamo dispositivi digitali che mettono a dura prova il nostro comfort visivo che, spesso, necessita di occhiali da vista di ottima qualità.

In commercio esistono tante e diverse tipologie di lenti da vista, ognuna con delle caratteristiche differenti e offrono soluzioni ad esigenze diverse tra di loro.
Le lenti monofocali aiutano a risolvere un problema di messa a fuoco e proteggono gli occhi da eventuali problematiche future. Sono realizzate per correggere un unico problema visivo, ciò significa che possono migliorare la messa a fuoco da vicino oppure da lontano.

La loro peculiarità consiste nella presenza di un unico potere diottrico che consente una visione perfetta in funzione del difetto visivo del soggetto interessato.

Le lenti monofocali non causano problemi di tollerabilità nel portatore degli occhiali, a differenza di altre tipologie di lenti utilizzate per risolvere difetti visivi più avanzati, possono essere antiriflesso e antigraffio.

Lenti monofocali: caratteristiche, pro e contro

Il potere diottrico delle lenti monofocali viene potenziato grazie alle tecnologie avanzate che producono le lenti e garantiscono un comfort visivo ottimale in tutte le situazioni, sia per una messa a fuoco da vicino che per esigenze di messa a fuoco da lontano. Online è possibile trovare le migliori lenti per occhiali da vista.

Generalmente, in età infantile è possibile sviluppare i primi sintomi di miopia. La miopia è un difetto visivo che, quando non viene trattato correttamente, può trasformarsi in altri deficit visivi. I bambini con problemi di messa a fuoco da lontano hanno un problema di miopia, al contrario sviluppano un deficit di astigmatismo. In entrambi i casi possono essere indicati le lenti monofocali che aiutano il recupero della vista del bambino in fase di crescita.

Le lenti monofocali sono realizzate con tecnologie avanzate, sviluppate e migliorate negli anni, che permettono di impedire l’alterazione del viso del portatore. Le lenti sono sempre più sottili e abbinate a montature comode e con un’alta attenzione verso l’estetica.

Lenti monofocali: i pro e i contro

Pro:

  • Sono ideali per correggere i difetti visivi allo stadio iniziale
  • Sono precise
  • Garantiscono una percezione visiva naturale
  • Possono essere utilizzate anche dai bambini
  • Possono essere antiriflesso: proteggono dalla luce dei monitor e degli smartphone
  • Sono antigraffio
  • Proteggono la salute degli occhi

Contro:

  • Consentono la visione ad un’unica distanza: lontana o vicina
  • Non possono essere indossate per correggere diverse tipologie di deficit visivi
  • La messa a fuoco intermediaria perde di nitidezza

Potrebbero interessarti anche...