Audiometria Tonale Sopraliminare

Consiste in un test soprasoglia (che significa ad intensità superiore) a differenza delle audiometrie tonali liminari, impostate ad intensità molto basse, il cui fine è di rintracciare la soglia uditiva.

Consiste in un test soprasoglia (che significa ad intensità superiore) a differenza delle audiometrie tonali liminari, impostate ad intensità molto basse, il cui fine è di rintracciare la soglia uditiva.

L’audiometria tonale sopraliminare consente una differenziazione sulla tipologia dell’ipoacusia indicando il compartimento della via uditiva ove ha sede la lesione.I tests sopraliminari sono indispensabili per la diagnosi delle sordità neurosensoriali[1].

Il fine è di evidenziare fenomeni di distorsione della sensazione uditiva:

Ø  Il fenomeno del recruitment

Ø  L’adattamento patologico

Sono considerati tra i primi test che si possono eseguire, con strumentazioni non sofisticatissime, con cui distinguere un’ipoacusia cocleare da una retro cocleare.

Recruitment

Il recruitment è una perturbazione del rapporto fra intensità oggettiva dello stimolo ed intensità della sensazione (=loudness) ad eccesso. È un fenomeno legato alla patologia della coclea, solo raramente è presente nelle sordità retro cocleari.

Per meglio comprendere tale definizione si può fare l’esempio del soggetto affetto da iperacusia associata ad acufene: il paziente mal sopporta rumori moderatamente forti poiché li percepisce più forti ed acuti.

Il recruitment rappresenta dunque questa discrepanza tra l’intensità oggettiva dello stimolo (ossia quanto è effettivamente forte) e l’intensità della sensazione soggettiva (loudness ossia l’intensità percepita dal soggetto).

Tuttora non si conoscono le reali basi fisiopatologiche del fenomeno. Due sono le più accreditate:

·     Von Bekesy ipotizzò che il recruitment è legato all’esistenza di due popolazioni di cellule ciliate a diversa soglia di eccitazione ed a diverso comportamento sopraliminare

·     Nel 1958 Davies dimostrò che la riduzione numerica delle cellule ciliate esterne e l’integrità delle interne determinerebbe un innalzamento della soglia di stimolazione della coclea

La coclea possiede cellule ciliate sia esterne che interne, distribuite tonotopicamente, che hanno una diversa sintonia con le diverse frequenze, ossia rispondono prioritariamente ad una frequenza e non ad un’altra. Queste cellule ciliate sensibili ad una determinata frequenza, supponiamo 2000 Hz, non risponderanno solo ed esclusivamente a questa misura ma saranno in grado di sentire anche i 2100 Hz, se lo stimolo sarà abbastanza forte. Quindi con uno stimolo abbastanza forte noi stimoliamo non solo le cellule ciliate che sono sintonizzate su quella frequenza, ma anche quelle vicine. Qualora avessimo un danno alle cellule ciliate specifiche, se mandiamo uno stimolo sopraliminare forte, riusciremo a reclutare quelle vicine. Da ciò ricaviamo due conseguenze:

1.     In un soggetto con un’ipoacusia per i 2000 Hz cui verrà inviato uno stimolo più forte riuscirà a sentire

2.     Poiché le cellule ciliate vicine a quelle danneggiate non sono deputate ad avvertire quella frequenza, ci sarà una distorsione del suono

Queste due conseguenze sono importantissime perché ci permettono di considerare il recruitment non più come un fenomeno positivo in virtù del fatto che mandando uno stimolo forte posso compensare bene, ma negativo per via della distorsione. Il fenomeno della distorsione rende, infatti, più complicato non tanto avvertire i toni, quanto i messaggi vocali che distorti ridurranno la capacità di comprensione del soggetto. Inoltre nelle perdite uditive sarà difficile rimediare nelle sordità cocleari con protesizzazione, in quanto la distorsione ci costringe a non avere volumi troppo alti.

Test di Fowler

Detto anche ABLB-Test: Alternate Binaural Loudness Balance-Test, è un test binaurale eseguito solo in presenza d’ipoacusia bilaterale asimmetrica. La stimolazione è rivolta ad entrambe le orecchie, si effettua inviando due suoni al paziente, a cui chiederemo se sono uguali e se gli evocano la stessa sensazione uditiva.

Il bilanciamento binaurale si basa sulla ricerca della distanza di intensità in dB capace di evocare la stessa sensazione sonora.

Test di Louscher

Detto anche SDI: Soglia Differenziale di intensità è un test monoaurale eseguito per apprezzare una soglia differenziale di intensità per le frequenze esplorate. Se un orecchio normale può apprezzare una SDI non inferiore a 1 dB, in un orecchio con recruitment tale soglia si riduce a 0,75-0,50-0,125 dB. L’orecchio con recruitment paradossalmente è un po’ più sensibile a livello sopraliminare.

Il tono in esame viene somministrato ad una intensità di 40 dB sopra la soglia con una modulazione iniziale di 3 dB/sec e man mano le variazioni subiscono una riduzione graduale. La più piccola variazione apprezzata dal paziente viene definita soglia differenziale di intensità.

Riassumendo:i test sopraliminari hanno come finalità la ricerca del recruitment e dell’adattamento patologico con lo scopo di distinguere fra ipoacusia cocleare tipicamente legato al recruitment e ipoacusia retro cocleare legato all’adattamento patologico.

Potrebbero interessarti anche...