Celenterati

I celenterati, o cnidari, rappresentano un phylum marino poco evoluto dal punto di vista della complessità morfologica. Le specie presenti risultano essere prive di scheletro con una locomozione perlopiù passiva dettata dalle correnti marine. Una caratteristica peculiare dei celenterati è data dalla differente morfologia che varia in base alla fase della loro vita; la forma, difatti, varia in base al ciclo vitale e riproduttivo che è di tipo metagenico.

Immagine celenterati

Morfologia dei celenterati

L’aspetto dei celenterati varia molto in base alla fase della loro vita. Allo stadio di polipo, che è sessile, sono ancorati al substrato e assumono grossomodo la forma di un fungo con un cappello rovesciato. Nella fase nuotante assumono due sembianze: quella larvale, dalla forma perlopiù appiattita, e quella di medusa. Quest’ultima, per quello che riguarda la costituzione, è strettamente dipendente dall’acqua poiché se una medusa viene portata all’infuori del mare, questa si appiattisce su sé stessa formando una massa gelatinosa. La mesoglea gioca un ruolo fondamentale nella configurazione morfologica dei celenterati.

Riproduzione dei celenterati

La riproduzione, per le classi degli idrozoi e degli scifozoi, è di tipo metagenico e si assiste all’alternanza di polipo e medusa. Il polipo rappresenta la fase sessile, ovvero ancorata al substrato, mentre la medusa, o le sue larve, si riferiscono alla fase nuotante dell’animale. Può essere d’aiuto illustrare la riproduzione tenendo in considerazione la classe degli scifozoi nella quale le meduse si riproducono gameticamente e formano la planula, che della classe rappresenta la forma larvale, che si ancora al substrato trasfomandosi in polipo. Questo, mediante strobilazione, libera nell’acqua le efire che risultano essere sottili le quali, a loro volta, riformano la medusa. La classe degli Antozoi non ha forma di medusa e, pertanto, si assiste soltanto ad una generazione polipiforme mentre altre specie, tra cui Pelagica noctiluca che fa parte degli scifozoi, non presentano lo stadio di polipo.

Classificazione dei celenterati

I celenterati formano le classi degli idrozoi, scifozoi, cubozoi ed antozoi.

Idrozoi

La classe degli idrozoi presenta dei polipi che, anche all’interno della stessa colonia, possono mostrare differenti morfologie. La riproduzione avviene sessualmente allo stadio di medusa ed asessualmente allo stadio di polipo.

Scifozoi

Nella classe degli scifozoi le meduse sono maggiormete rappresentative rispetto ai polipi.

Cubozoi

Noti anche come cubomeduse, sono polipi con cavità gastrale semplice e anello periboccale. I cubozoi hanno cellule orticanti solamente sulla sommità dei tentacoli.

Antozoi

Gli antozoi non presentano alcuna forma medusoide per cui rimangono allo stadio di polipo.

Immagini di Celenterati

celenterati-antozoi-corallocelenterati-antozoi-Anemones

immagini-celenterati-corallomedusa-Phyllorhiza.Puncta

Potrebbero interessarti anche...