Anatomia Apparato Genitale Maschile

• Epididimo: carnitina, acetil carnitina, inositolo, acido glutammico, enzimi proteolitici e glicosidasi che degradano gli spermatozoi invecchiati o danneggiati.
• Prostata: acido citrico, zinco, magnesio, (PAP) fosfatasi acida prostatica, (BAP) antigene prostatico specifico che sono marker di tumore prostatico ma anche di ipertrofia prostatica.
• Vescichette seminali: fruttosio, prostaglandine, prolattina.

Il gamete maschile è distribuito nel plasma testicolare costituito da una componente organica e una inorganica:

• Componente inorganica: ioni sodio, potassio, cloro, magnesio, calcio.
• Componente organica: urea, inositolo, sorbitolo.

La spermatogenesi è un processo che implica mediamente 64 – 70 giorni per completarsi. Gli spermatogoni vanno incontro a tutta una serie di divisioni mitotiche dando origine agli spermatogoni B a partire dagli spermatogoni A (cellule diploidi): dagli spermatogoni B si originano gli spermatociti che subiscono delle modificazioni a livello del nucleo e i cromosomi formano delle tetradi, arriviamo alla formazione dello spermatocita primario che subisce la prima divisione meiotica per dare origine a spermatociti secondari che subiscono una seconda divisione meiotica dando origine a 4 spermatidi (da 2 spermatociti) che non sono ancora maturi del tutto, non hanno flagello, devono subire modificazioni morfologiche per dare origine agli spermatozoi, queste modificazioni fisiche vanno sotto il nome di spermiogenesi.
L’ormone di – idro – testosterone probabilmente contribuisce nel conferire una maggiore motilità agli spermatozoi; questo ormone infatti è prodotto a livello dell’epididimo.

La spermatogenesi avviene a livello dei tubuli seminiferi. Questo processo è guidato dall’FSH. L’FSH che arriva alla gonade tramite i vasi sanguigni. Nelle cellule interstiziali del Leydig avviene la sintesi di testosterone. Cellule del leydig all’esterno del tubulo e cellule del Sertoli all’interno scambiano messaggi paracrini quindi i loro secreti si influenzano vicendevolmente. La cellule del Leydig produce testosterone che diffonde a livello sertoliano dove avvia la spermatogenesi. L’FSH è importante nel guidare una corretta spermatogenesi perché  la cellule del Sertoli produce sotto l’influenza dell’FSH 3 importanti proteine: inibina, transferrina, abp (androgen binding protein).

La transferrina lega ferro che è un elemento importante per spermatogoni e spermatociti; l’inibina è una proteina che inibisce il rilascio di FSH da parte dell’ipofisi; l’ABP è una proteina che serve a legare il testosterone che diffonde dalla cellula dal Leydig verso la cellula del Sertoli e lo mantiene nel compartimento del tubulo per guidare la spermatogenesi. L’inibina è un etero dimero costituito da una catena alfa e una beta e ne esistono due tipo: l’inibina A, catena alfa più la beta A; inibina B, catena alfa più la beta B.