Pioggia

La pioggia è la forma più comune di precipitazione atmosferica e si forma quando gocce separate di acqua cadono al suolo da delle nuvole. Una parte della pioggia che cade dalle nuvole non riesce a raggiungere la superficie ed evapora nell'aria mentre cade. La pioggia gioca un ruolo importantissimo nel ciclo dell'acqua, nel quale il liquido che evapora dagli oceani si condensa nelle nuvole e cade di nuovo a terra, poi ritorna negli oceani con le correnti e i fiumi per ripetere di nuovo il ciclo. In tal modo si rende disponibile alla biosfera. In meteorologia 10 mm di pioggia equivalgono a 10 litri d'acqua caduti in un'ora su una superficie di 1 mq. L'odore caratteristico che accompagna talvolta la pioggia è quello dell'ozono.

Formazione della pioggia: Una nube è formata da miliardi di goccioline d'acqua, ciascuna delle quali è a sua volta formata da circa 550 miliardi di molecole d'acqua. Queste goccioline sono il risultato dell'evaporazione dell'acqua da oceani, mari, corsi d'acqua dolce, vegetazione e suolo. Il vapore acqueo viene quindi portato verso l'alto da correnti ascendenti; salendo, l'aria si raffredda e raggiunge la saturazione. Tuttavia questo non è sufficiente per provocare la condensazione del vapore, dato che la goccia d'acqua formatasi tende a sua volta ad evaporare. In condizioni normali non si potrebbe avere la condensazione del vapore e la formazione di nubi, neanche in presenza di sovra saturazioni del 500%. Nell'aria sono presenti particelle di pulviscolo e cristalli di ghiaccio che agiscono come "nuclei igroscopici" o "di condensazione" che promuovono e agevolano la trasformazione di stato delle particelle di vapore. Occorrono centinaia di milioni di goccioline di nube per formare una goccia di pioggia del diametro compreso tra 200 µm e qualche millimetro. I due principali meccanismi di formazione sono l'accrescimento per coalescenza e il processo Bergeron-Findeisen. La pioggia caduta viene misurata in millimetri dai pluviometri in un arco di tempo specificato. Alla misura di x millimetri di pioggia corrisponde la caduta di x litri d'acqua piovana, ovvero x decimetri cubi, su una superficie di 1 metro quadro.
A seconda dell'intensità della precipitazione la pioggia viene distinta in:
Pioviggine (< 1 mm ogni ora)
Pioggia debole (1-2 mm/h)
Pioggia moderata (2-6 mm/h)
Pioggia forte (> 6 mm/h)
Rovescio (> 10 mm/h ma limitato nella durata)
Nubifragio (> 30 mm/h)