Arto Inferiore

Gli arti inferiori rappresentano le strutture anatomiche che si articolano con il tronco nella sua parte inferiore. Gli arti inferiori nell’uomo hanno la funzione di locomozione. L’arto inferiore risulta essere suddiviso in sei regioni, di cui tre articolari:

· Anca, sita tra articolazione coxo-femorale e osso femorale;

· Coscia, segmento prossimale, piuttosto lungo e molto voluminoso. Dotato di una potente muscolatura;

· Ginocchio, articolazione più grande del corpo umano, che connette il femore alla tibia, con la rotula che stabilizza i movimenti;

· Gamba, segmento intermedio dell’arto inferiore, comprendente il polpaccio ed anteriormente la sporgenza della tibia;

· Caviglia, comprendente l’articolazione tibio-tarsica e posteriormente il tendine di Achille.

· Piede, comprende le dita e le articolazioni fra le 25 ossa.  La porzione superiore, è chiamata dorso, quella inferiore è definita pianta.

La struttura ossea dell’arto inferiore si compone di più parti: le più importanti sono rappresentate dal femore e dalla tibia. Il femore è l’osso che sostiene la coscia, e si articola prossimalmente con l’acetabolo dell’anca e distalmente con la tibia nell’articolazione del ginocchio. La rotula o patella, avvolta dal quadricipite femorale, rappresenta un osso sesamoide anch’esso coinvolto nell’articolazione.

La gamba è formata da tibia, ma anche dalla fibula. Esse decorrono verso il basso dove terminano con due processi denominati malleoli, che si articolano con l’astragalo ed insieme formano l’articolazione della caviglia. L’astragalo detto anche talo, insieme ad altre sei ossa, forma il tarso. In particolare l’astragalo si articola inferiormente con il calcagno, che forma il tallone del piede ed anteriormente, con l’osso scafoide del tarso medialmente e l’osso cuboide lateralmente.  Lo scafoide si articolano ancor più anteriormente con tre ossa cuneiformi.

L’avampiede è invece formato da cinque ossa metatarsali, che si articolano posteriormente con il cuboide e le tre ossa cuneiformi e da cinque dita, formate ciascuna da tre falangi articolate ad ogni metatarso. Fa eccezione a questo complesso l’alluce, formato solo da due falangi. Il flusso sanguigno del piede è generalmente assicurato dall’arteria iliaca esterna mentre il sistema nervoso controlla gli arti inferiori mediante i nervi tibiale ed il nervo peroniero. Più in generale si può affermare che l’arto inferiore è innervato da rami che derivano dal plesso lombare e dal plesso sacrale.

 

 

Potrebbero interessarti anche...