Annessi Femminili

Di seguito elencheremo alcuni esami che vengono ritenuti indispensabili per le varie tipologie di problematiche femminili riguardanti l’apparato genitale e riproduttivo nonchè ovaie ,utero e vagina.

apparato-genitale-femminile

Esame radiografico diretto – Annessi femminili

L’esame radiografico diretto non è utile perché evidenzia questi organi solo occasionalmente, e individua però le calcificazioni:

  • moriformi: fibromiomatose
  • serpiginose: tubariche post-flogistiche
  • rotondeggianti: ovariche
  • a guscio: rare, cisti da echinococco

Ecografia – Annessi femminili

L’ Ecografia è lo studio di prima istanza per molte patologie; può essere:

  • transaddominale: sovrapubica a vescica piena per dislocare le anse intestinali; la pz pertanto deve trattenere l’urina per 6 ore, oppure dovrà bere molta acqua poco prima dell’esame. Per la profondità degli organi sono necessari trasduttori da 3,5-5MHz
  • transvaginale: 7-7,5Hz.

L’ecostruttura uterina, riferibile al miometrio, è omogenea ipoecogena; al centro c’è un’interlinea iperecogena dovuta all’endometrio e al muco, che varia a seconda delle fasi del ciclo. In fase proliferativa si vedono due linee meno iperecogene date dallo strato basale. Nella cervice possono esservi cisti da ritenzione di muco, che sono parafisiologiche.

Significato di Ipoecogena

Quando una “struttura” vista in ecografia si definisce ipoecogena , significa che produce pochi echi ed è quindi più difficile crearne una traccia.

La struttura ipoecogena delle ovaie

Le ovaie appaiono a mandorla, hanno struttura solida ipoecogena e sono anteromediali ai vasi iliaci interni. Contengono quasi sempre formazioni cistiche di 1-3mm di diametro (follicoli oofori) e a metà del ciclo una cisti di 2-2,5 cm che è quella ovulatoria.

TC e RM – Annessi femminili

Alternative per la stadiazione dei tumori maligni uterini o per l’approfondimento di quadri ultrasonografici dubbi. La RM dimostra l’endometrio, che appare come immagine lineare ad alta intensità in T2.

Isterossarpingografia

L’Isterosalpingografia è l’ introduzione del mdc attraverso cannula endocervicale.

Fibromi dell’utero – Annessi femminili

Sono le formazioni neoplastiche benigne più frequenti.

  • Ecografia: noduli solidi ipoecogeni, di rado iperecogeni, delimitati a volte da un alone. Spesso deformano l’utero; possono colliquare, specie se grandi (aspetto cistico) o calcificare con caratteristiche formazioni “moriformi”.
  • RM: lesione a basso segnale sia in T1 che in T2; quest’ultimo può innalzarsi in caso di col liquazione.
  • ISG: valuta lo sviluppo endocavitario.

Carcinoma del corpo uterino – Annessi femminili

  • Ecografia: la transvaginale consente di determinare l’invasione miometriale, e il color-Doppler dimostra flussi ematici di tipo neoplastico.
  • TC: la massa neoplastica ha c.e inferiore rispetto al miometrio; tuttavia il grado di invasione non è ben definibile.
  • RM: la lesione ha segnale intermedio tra endo- e miometrio in T2 e identifica bene il grado di estensione.
  • ISG: può dare difetti di riempimento a margini sfumati.

Carcinoma del collo uterino – Annessi femminili

Esiste

  • lo screening (Pap-test);
  • l’ecografia evidenzia lesioni >1cm (ipoecogene a margini irregolari) e consente di valutare l’invasione delle strutture ma NON del setto settovaginale.
  • La TCè in gradi di effettuare una buona stadiazione locoregionale, ma per quanto riguarda i linfonodi c’è un 20% di falsi negativi.
  • La RM è più efficiente della TC per l’invasione dei tessuti adiacenti, ma equivalente alla TC nel resto.

Cisti ovariche – Annessi femminili

Importante nella valutazione della policistosi ovarica è l’ecografia transvaginale che visualizza ovaie aumentate di volume e costellate di grosse cisti tra le quali nessuna assume carattere dominante.

Possono poi esservi le cisti funzionali (follicolari e luteiniche) a contenuto liquido limpido con rinforzo di parete posteriore, le cisti follicolari, uguali ai follicoli normali, le cisti luteiniche, con parete ispessita, le cisti endometriosiche, più ipoecogene nel periodo mestruale, le cisti dermoidi, contenenti frammenti tissutali come denti, peli etc con struttura disomogenea iperecogena.

Tumori ovarici – Annessi femminili

Hanno struttura cistica; quelli maligni presentano forte componente solida che prevale su quella liquida. L’ecografia è di prima istanza, seguita da TC e/o RM.

Potrebbero interessarti anche...