Endocannabinoidi: i recettori del corpo umano

Il sistema molecolare degli endocannabinoidi è una rete di segnalazione cellulare attiva e complessa. Implica una combinazione di endocannabinoidi, enzimi e recettori dei cannabinoidi che aiutano a regolare varie funzioni del corpo.

La scoperta è relativamente nuova, solo all’inizio degli anni ’90, quando un chimico isolò i primi endocannabinoidi nel cervello umano. Da allora, i ricercatori hanno imparato di più su questo sistema e sul suo ruolo nelle funzioni corporee.

Gli endocannabinoidi sono simili a quelli che si trovano nella pianta di cannabis. Tuttavia, il corpo produce naturalmente endocannabinoidi e la parola “endogeno” significa in realtà “dentro”, come nel corpo.

In che modo il corpo produce e rilascia endocannabinoidi?

Gli endocannabinoidi si trovano in vari organi e tessuti, come muscoli, cervello e cellule circolanti. 

Gli endocannabinoidi diventano attivi quando si legano ai recettori dei cannabinoidi che si trovano anche in tutto il corpo.

La scienza continua a studiare gli esatti meccanismi fisiologici che facilitano o attivano il legame del recettore con gli endocannabinoidi ma gli esperti ipotizzano che quando un sistema nel corpo è sbilanciato, i recettori si legano ai cannabinoidi per aiutare a correggere il problema.

Il sistema endocannabinoide è accurato. Ad esempio, se la temperatura corporea è al di fuori dell’intervallo normale, l’ECS (sistema endocannabinoide) la regolerà senza influire su altri processi. Una volta che l’ECS riporta il corpo in equilibrio, gli enzimi scompongono i cannabinoidi per prevenire l’eccessiva correzione del problema.

Qual è la funzione degli endocannabinoidi e dell’ECS?

La funzione dei cannabinoidi all’interno dell’ECS è vasta. In effetti, i ricercatori non comprendono ancora appieno il ruolo esatto dei cannabinoidi, sebbene l’ECS svolga chiaramente un ruolo importante nel funzionamento del corpo.

La ricerca suggerisce che l’ECS svolge un ruolo chiave nel contribuire all’omeostasi. L’omeostasi si riferisce al mantenimento della stabilità, o condizioni ottimali, all’interno del corpo per promuovere il corretto funzionamento.

Gli esperti ritengono che se il corpo esce dall’intervallo di temperatura ottimale, l’ECS aiuta il corpo a tornare all’intervallo ottimale e mantenere l’omeostasi.

La ricerca suggerisce che l’ECS può aiutare a regolare la funzione dei seguenti sintomi:

  • Appetito e digestione
  • Dormire
  • Sensazione di dolore
  • Infiammazione e altre risposte immunitarie
  • Umore
  • Metabolismo
  • Apprendimento e memoria
  • Funzione del sistema di riproduzione

Quali sono gli usi terapeutici dei cannabinoidi?

La ricerca indica che l’ECS può avere molti bersagli terapeutici promettenti dato che, come detto in precedenza, il corpo produce endocannabinoidi.

I due cannabinoidi più noti includono il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD). 

Questi ultimi, possono anche legarsi ai recettori dei cannabinoidi e produrre effetti simili agli endocannabinoidi. Il THC è il cannabinoide che provoca lo “sballo” che le persone possono associare alla cannabis, mentre il CBD no. 

Sono in corso studi per determinare i benefici terapeutici dei cannabinoidi. Ad esempio, uno studio del 2016 ha esaminato l’effetto del CBD sulle infiammazioni articolari nei ratti. Lo studio ha indicato che l’applicazione di un gel topico contenente CBD ha ridotto il dolore articolare e l’infiammazione nei topi senza effetti collaterali.

Ulteriori ricerche indicano che i cannabinoidi possono essere utili nel trattamento di una varietà di condizioni come:

  • dolore negli adulti
  • rigidità muscolare anormale associata a sclerosi multipla
  • nausea e vomito associati alla chemioterapia
  • disturbi del sonno

La ricerca su come inibire o stimolare il sistema endocannabinoide continua e potrebbe verificarsi un caso in cui si dichiara che il CBD può apportare benefici medici e per la salute.

Conclusione

Non tutto è noto sull’ECS, ma la ricerca suggerisce che svolge un ruolo vitale nel mantenimento dell’equilibrio e del corretto funzionamento del corpo.

L’ECS è costituito da endocannabinoidi, recettori ed enzimi, che lavorano insieme per aiutare a mantenere la stabilità in processi come la temperatura corporea, il sonno, il metabolismo e l’umore.

 

Potrebbero interessarti anche...