Cosa sono i probiotici e perché fanno bene all’intestino

Ne abbiamo sicuramente sentito parlare in relazione a problemi intestinali come diarrea, o intestino irritabile, ma, vi siete mai chiesti cosa sono i probiotici e perché influiscono in maniera così determinante sulla nostra salute?

Con il termine probiotici si indica una vasta categoria di batteri presenti all’interno del nostro intestino che intervengono nella quasi totalità dei processi digestivi e di assimilazione delle sostanze nutritive.

I probiotici (ne esistono almeno 400 specie diverse) insieme ai prebiotici compongono la ‘cosiddetta flora batterica intestinale’ la cui alterazione è la causa della maggior parte delle malattie intestinali. Le varie parti dell’apparato gastro-intestinale sono colonizzate da specie diverse di probiotici che aderiscono alle pareti dell’intestino in maniera permanente.

L’assunzione di probiotici con l’alimentazione, o attraverso preparati farmaceutici, aiuta a contrastare le affezioni che interessano l’apparato intestinale come la diarrea, l’intestino irritabile, le malattie infiammatorie, etc. 

Delle 400 e più specie di probiotici presenti nel nostro apparato digerente, solo una minima parte è realmente fondamentale per la nostra salute tra cui i batteri appartenenti alle famiglie dei Lactobacillus e Bifidobacterium. Questi due probiotici in particolare sono molto utilizzati per preparazione di alimenti funzionali specifici tra cui alcuni tipi di yogurt e bevande addizionate. Questi batteri sono contenuti anche nei preparati farmaceutici per il ripristino della flora intestinale. 

 

Effetti benefici dei probiotici a livello intestinale e come agiscono

La domanda iniziale, oltre a chiedere cosa sono i probiotici, chiedeva anche in che modo influivano sulla nostra salute. Ebbene, i benefici apportati dai probiotici alla nostra salute sono numerosi e non riguardano solo ed esclusivamente l’apparato digerente. E’ stato accertato, infatti, che questi batteri oltre ad aiutare a prevenire l’insorgenza di malattie intestinali, sono utili anche per il rafforzamento del sistema immunitario e per contrastare patologie come l’ipercolesterolemia e l’ipertensione.

Ma i principali benefici legati al corretto consumo di probiotici si riscontrano comunque a livello intestinale dove vanno a riequilibrare il microbiota intestinale e intervengono in caso di insorgenza di disturbi, poichè svolgono un’azione antinfiammatoria sul sistema immunitario gastrointestinale e contrastano l’azione di batteri patogeni in grado di alterarne la flora. Alcuni probiotici in particolare migliorano le prestazioni della barriera epiteliale intestinale, abbassano il PH dell’intestino e riducono l’ipersensibilità viscerale.

 

Quando e come assumere i probiotici

L’assunzione di probiotici – come abbiamo visto – può rivelarsi utilissima in caso di malattie intestinali più o meno gravi. Tra le principali affezioni dell’apparato gastro-intestinale che traggono giovamento dal consumo di probiotici ci sono: la diarrea, la sindrome dell’intestino irritabile, la malattia di Crhon e la colite ulcerosa. Affezioni sicuramente fastidiose con sintomi in alcuni casi invalidanti come dolori addominali, gonfiori, feci alterate, etc. I probiotici intervengono sulle alterazioni della flora intestinale riequilibrandola, naturalmente la sola assunzione di probiotici può non essere sufficiente, ecco perché bisogna sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia. 

I probiotici, inoltre, possono giovare anche in caso di intolleranza al lattosio poiché tra le tante proprietà benefiche di questi batteri c’è anche la capacità di contribuire al corretto metabolismo del lattosio.

I probiotici vanno assunti a stomaco vuoto almeno 30 minuti prima di un pasto in modo da evitare che gli acidi prodotti dallo stomaco per la scomposizione dei cibi possano distruggere i batteri buoni impedendogli di raggiungere l’intestino. E’ fondamentale, inoltre, non superare mai le dosi consigliate.

Consumare alimenti contenenti fibre insolubili (banane, carciofi, cicoria, cipolle) aiuta, infine, la colonizzazione dell’apparato digerente da parte di questi batteri.

In conclusione, per rispondere alla domanda iniziale, ovvero, cosa sono i probiotici possiamo dire che si tratta di batteri buoni che aiutano il nostro organismo e il nostro apparato digerente a restare sani e a scongiurare l’insorgenza di fastidiose malattie.

Potrebbero interessarti anche...