Pianeti del Sistema Solare

Quanti sono i pianeti del sistema solare

I pianeti del sistema solare sono 8; gli studiosi hanno creato delle classificazioni in base alle loro caratteristiche.

pianeti-del-sistema-solare

I pianeti del sistema solare, secondo la loro composizione, possono essere divisi in:

  • pianeti terrestri,
  • pianeti gioviani.

Pianeti Terrestri

I pianeti di tipo terrestre si trovano nel sistema solare interno e sono costituiti da roccia da cui il nome alternativo di pianeti rocciosi. Il termine deriva dal nome del nostro pianeta, per indicare quei pianeti simili alla Terra. Essi sono caratterizzati da una temperatura superficiale relativamente alta, dovuta alla vicinanza del Sole, assenza o basso numero di satelliti naturali, con un’atmosfera molto sottile se confrontata a quella dei giganti gassosi. Raggiungono dimensioni relativamente piccole.

Pianeti gioviani

I pianeti di tipo gioviano sono composti da gas, donde il nome di giganti gassosi. Prototipo di tali pianeti è Giove. Essi sono caratterizzati da un elevato valore della massa, che consente loro di trattenere un’estesa atmosfera ricca di idrogeno ed elio, e da dimensioni notevoli. Sono accompagnati da un elevato numero di satelliti naturali e da elaborati sistemi di anelli.

Pianeti nani

I pianeti nani sono oggetti celesti orbitanti attorno ad una stella e caratterizzati da una massa sufficiente a conferire loro una forma sferoidale, ma che non sono stati in grado di “ripulire” la propria fascia orbitale da altri oggetti di dimensioni confrontabili; da ciò deriva il fatto che i pianeti nani si trovano all’interno di cinture asteroidali. Nonostante il nome, un pianeta nano non è necessariamente più piccolo di un pianeta. Si osservi inoltre che la classe dei pianeti è distinta da quella dei pianeti nani, e non comprende quest’ultima.

Pianeti Plutoidi

Inoltre, i pianeti nani posti oltre l’orbita di Nettuno sono detti plutoidi.

I 5 pianeti nani

L’UAI riconosce cinque pianeti nani:

  • Cerere, situato nella fascia principale,
  • Plutone, posto nella fascia di Kuiper e classificato come plutino, è circondato da tre satelliti,
  • Haumea, localizzato nella fascia di Kuiper e classificato come cubewano, è circondato da due satelliti,
  • Makemake, ubicato nella fascia di Kuiper e classificato tra i cubewani,
  • Eris, sito nel disco diffuso, è orbitato da un satellite.

Pianetini o asteroidi

Il termine “pianetino” e la locuzione “pianeta minore” sono solitamente utilizzate per designare gli asteroidi. Ciò deriva dal fatto che i primi quattro asteroidi scoperti, furono in effetti considerati dei pianeti veri e propri per circa quarant’anni. Il primo a suggerire di distinguerli dai pianeti fu William Herschel, che propose il termine “asteroide”, ovvero “di aspetto stellare”, riferendosi al fatto che sono oggetti troppo piccoli perché possa essere risolto il loro disco e, di conseguenza, osservati con un telescopio appaiono come le stelle.
La maggior parte degli astronomi, comunque, preferì continuare ad utilizzare il termine pianeta almeno fino alla seconda metà dell’Ottocento, quando il numero degli asteroidi conosciuti superò le cento unità. Allora, diversi osservatori in Europa e negli Stati Uniti iniziarono a riferirsi loro collettivamente come a “pianeti minori”, espressione ancora in uso.

Gli 8 pianeti del sistema solare

Gli otto pianeti che, in base alla definizione ufficiale del 24 agosto 2006, compongono il sistema solare, in ordine di distanza crescente dal Sole, sono:

  1. Mercurio (☿), senza satelliti naturali conosciuti.
  2. Venere (♀), senza satelliti naturali conosciuti.
  3. Terra (⊕), con un satellite naturale: Luna.
  4. Marte (♂), con due satelliti naturali: Phobos e Deimos.
  5. Giove (♃), con sessantatré satelliti naturali confermati.
  6. Saturno (♄), con sessanta satelliti naturali confermati.
  7. Urano (♅), con ventisette satelliti naturali confermati.
  8. Nettuno (♆), con tredici satelliti naturali confermati.

Potrebbero interessarti anche...