Procedure Operative Standard in Laboratorio

le procedure operative standard in laboratorio:

1. è assolutamente vietato mangiare, bere, fumare, manipolare lenti a contatto e applicare cosmetici nel laboratorio.

2. È proibito pipettare con la bocca – utilizzare solo pipettatrici automatiche;

3. Non si devono portare oggetti alla bocca;

4. Operare in modo da minimizzare la creazione di aereosol;

5. Le superfici di lavoro vanno decontaminate alla fine del lavoro e immediatamente dopo incidenti di versamento di materiale con ViaBat o Sanigen o altro disinfettante ad alto livello;

6. le maniglie delle porte vanno decontaminate almeno una vola al giorno con Viabat utilizzando carta (salviette) a perdere;

7. Tutto il materiale contaminato deve essere posto nel contenitore dei Rifiuti Speciali;

8. Tutte le operazioni di eventuale coltura di batteri devono essere condotte all’interno di una cappa di Biosicurezza. Nessuna operazione con materiale di cui si è a conoscenza della possibilità di infettivo deve essere condotta su banchi aperti;

9. È proibito l’uso di pipette di vetro e di vetreria (sono preferibili quelli di plastica monouso) con esclusione dei vetrini per microscopio.

10. Cellule producenti virus, liquidi biologici e colturali contenenti virus devono essere inattivati con ipoclorito di sodio (5%) prima di essere trasportati al di fuori del laboratorio;

11. Il personale deve procedere a lavarsi le mani prima di uscire dall’area dopo la rimozione dei guanti. Non si può procedere all’uscita dell’area calzando i guanti.

12. Il laboratorio va tenuto pulito, in ordine e sgombro da qualsiasi oggetto non pertinente al lavoro.

In un laboratorio di Biosicurezza vengono analizzati campioni biologici potenzialmente infetti e nel settore di Microbiologia possono essere coltivati, per isolamento, agenti biologici. Tutto il personale che accede al settore di Biosicurezza deve essere informato sul potenziale rischio, istruito sulle procedure operative in modo da operare correttamente.

NB: Deve essere comunicato al responsabile del laboratorio l’eventuale stato di gravidanza che preclude l’attività nei laboratori a rischio biologico (BL2) e rischio chimico. Tale indicazione è valida sia per il personale sia per gli operatori di ditte esterne, ospiti e visitatori.
 

Potrebbero interessarti anche...