Granulociti Neutrofili, Eosinofili e Basofili

I granulociti rappresentano un tipo di globuli bianchi, essi sono così definiti poiché contengono delle granulazioni nel loro citoplasma dalle cui affinità tintoriali dipende la loro classificazione.

Li suddividiamo in:

· Neutrofili,

· Esinofili,

· Basofili.

Granulociti Neutrofili, Eosinofili e Basofili

Neutrofili

I granulociti neutrofili sono globuli bianchi, nello specifico sono leucociti. Detti anche leucociti neutrofili o neutrociti, essi possiedono delle granulazioni piccole e numerose che appaiono al microscopio ottico di colore giallastro.

Le granulazioni sono organuli citoplasmatici quali lisosomi, fagosomi e corpi residui. Sono leucociti ‘’neutrali’’ nelle loro proprietà tintoriali, cioè assumono un aspetto rosa pallido o rosa con la colorazione di Romanowsky.

Queste cellule si dimostrano capaci di movimento ameboide e di notevole attività di fagocitosi, si tratta di elementi deputati a funzioni di difesa dell’organismo, infatti aumentano di numero in situazioni come infezioni batteriche o sistematiche o in disturbi infiammatori.

Eosinofili

I granulociti eosinofili sono globuli bianchi, nello specifico sono leucociti. Essi hanno granulazioni più grosse che si colorano con coloranti acidi apparendo rosa o rosso vivo.

Questi granulociti, non sembrano possedere proprietà fagocitaria, benché siano capaci di movimento; contenendo sostanze del tipo dell’istamina, essi vengono prodotti dal midollo osseo ed hanno notevole importanza nei fenomeni di tipo immunitario.

Basofili

I granulociti basofili sono globuli bianchi, nello specifico sono leucociti.

Essi posseggono scarse granulazioni, molto voluminose e basofilia, sono simili come struttura alle cellule granulose basofile dei connettivi e si ritiene contengano nelle granulazioni lo stesso tipo di sostanze, come l’eparina ed altre, capaci di modificare la funzionalità della parete vasale.La funzione di questi granulociti è realizzata nella genesi delle reazioni allergiche e di tutti i fenomeni di ipersensibilità come si evince dalla composizione dei granuli e dalla presenza del recettore per le IgE.

Una delle forme dei globuli bianchi o leucociti.
Valori normali 0-2% del totale dei leucociti.

Valori superiori a quelli normali possono essere determinati da epatite acuta, da insufficienza renale cronica, da leucemia, da morbillo, da pertosse, da rettocolite ulcerosa.

Valori inferiori a quelli normali possono essere causati da gravidanza, da infezioni acute, da ipertiroidismo, da uso di estrogeni.

 

Potrebbero interessarti anche...