Scuola di Padova

Era la più importante. Gli studenti vi si recavano divisi per nazioni e parlavano il latino. L’Università venne fondata nel 1222. Inizialmente esisteva come Universitas  Iuristarum che impartiva insegnamento di diritto civile e diritto canonico, ma già attorno al 1250 iniziò l’insegnamento della medicina e delle arti. Nel 1584 viene inaugurato da Girolamo Fabrici d‟Acquapendente il teatro anatomico, il primo del genere al mondo. È in questa struttura che, grazie al lavoro di medici celebri come Giovanni Battista Morgagni, si fonda in Europa l’insegnamento della moderna patologia. Il teatro era circolare, gli studenti stavano in piedi ed il tavolo era al centro, in modo da avere una visione precisa del cadavere disteso sul tavolo. Sotto il tavolo c’era un canale che serviva per eliminare i rifiuti e far arrivare i cadaveri.
Ulisse Aldrovandi: Scoprì il ciclo di sviluppo delle mosche, base per le successive ricerche di Francesco Redi. Si credeva però ancora alla teoria della generazione spontanea. Importante l’invenzione della stampa per pubblicizzare rapidamente gli studi.

Girolamo  Fracastoro: medico,filosofo,astronomo,geografo,teologo.Comprende per primo l’origine parassitaria delle malattie, oltre 300 anni prima di Pasteur, parla di “semenze vive”, “seminaria” o “virus” che passano da uomo ad uomo, oppure mediante oggetti inanimati. I seminaria si fissano a particelle invisibili ai nostri occhi (cellule) e si moltiplicano dando origine ad altri esseri simili agli originali. Inoltre un cratere lunare prende il suo nome. Insieme con Pietro Appiano scopri l’orientamento delle code cometarie in senso opposto alla direzione del sole. Nel 1538 descrisse uno strumento di osservazione degli astri, il cannocchiale, in funzione astronomica, poi realizzato da Galileo Galilei decine di anni dopo.
Antonio Vallisneri: Allievo di Malpighi, docente di Medicina Pratica e poi di Medicina Teorica all’Università di Padova. Studiò i cicli biologici degli insetti e l’elmintologia (ermafroditismo dei cestodi (parassiti intestinali)). E’ geniale la sua intuizione sui rapporti germi/malattia, invasione, moltiplicazione in circolo, produzione di tossine, infiammazione e degenerazione dei tessuti. Inoltre ipotizzò l’esistenza di diverse specie di microrganismi, responsabili di malattie a volte in comune con gli animali (zoonosi).

Carlo Linneo: Svedese, impostò il problema della classificazione degli esseri viventi tentando di inserire anche gli animalculi nel suo Systema Naturae. Nell’edizione del 1735 gli “animalculi” erano inclusi nel “Microcosmos”. Nell’ultima edizione del 1766 si parla, invece, della classe dei Vermes e del nuovo ordine Chaos in cui sono incluse anche le “obscure moleculae vitae”. Lazzaro Spallanzani: Vero padre della microbiologia moderna. Fece esperimenti con contenitori chiusi ermeticamente, contenenti infusi inattivati al calore; ipotizzò la curva di crescita dei batteri, eseguì ricerche sperimentali sui disinfettanti cimentando gli animalculi con canfora, trementina, zolfo, alcool e per primo chiamò i microrganismi “germi”. Da Spallanzani partiranno poi tutti gli studi di grandi scienziati dell’800.

 

 

Potrebbero interessarti anche...